• Dati al sicuro con Winrar.

    Ora spiegherò comè è possibile utilizzando il programma winrar, mettere al sicuro i propri dati da sguardi indiscreti

    Per prima cosa bisogna creare una cartella, nella quale inseriremo tutti i file che vogliamo proteggere.

    Dopo avere copiato i file nella cartella , apriamo il programma winrar,ci posizioniamo con l’explorer di questo programma all’interno della cartella creata e selezioniamo tutti i file che vogliamo proteggere.

    Premiamo il tasto archivia.

    Ci viene mostrata una finestra nella quale possiamo impostare diverse opzioni, scegliamo un nome per l’archivio e il suo formato, che deve essere  .RAR e andiamo alla scheda “Avanzati” dove premiamo il pulsante “parola chiave”.

    Nelle finestra che ci viene mostrata, scriviamo la nostra password e clicchiamo su ok. Lasciamo il resto delle opzioni come quelle di default e clicchiamo su OK.

    Winrar ci preparerà l’archivio crittato in modo che soltanto chi possiede la password potrà accedere ai file contenuti.


  • Uscito Windows 7

    Sono lieto di annuciarvi, che Microsoft ha finalmente rimediato a quel catastrofico obbrobrio che ha chiamato “Vista”

    Il nuovo sistema operativo della casa di Redmond promette bene,  le sue prestazioni sono molto migliori di Vista, ed è compatibile con molte più applicazione del suo predecessore.

    Io l’ho provato installato su una macchina virtuale nel mio computer, e  posso assicurare che 7 virtualizzato è molto più veloce di vista installato nativamente sulla macchina. Ho effettuato le prove sullo stesso computer.

    Tutte le interfacce sono pressapoco come quelle di vista, quindi una persona abituata a usare vista non ha nessun problema a passare a 7, anzi ha più piacere a lavorare, visto che è più veloce.

    Consiglio comunque a tutti di rimuovere qualsiasi effetto grafico per aumentare le prestazioni.

    Secondo Microsoft per le periferiche è possibile utilizzare tutti i driver che utilizzati per vista, la compatibilità è totale.

    Per chi volesse provarlo,  senza apportare pesanti  modifiche al proprio computer, puo sempre installarlo nella macchina virtuale. Come trovare una copia di windows 7 , non lo devo stare a spiegare io, mentre come utilizzare una macchina virtuale  lo spiego qua.

    Una volta installato, lo possiamo provare per 30 giorni, poi bisogna effettuare l’attivazione,quindi avere una licenza. In alternativa possiamo utilizzare un’utility che si chiama Windows 7 loader extreme per effettuare l’attivazione senza licenza.

    Mi sento comunque di sconsigliarvi la seconda delle due,  in quanto si tratta di un procedimento illegale.


  • Evitare l’installazione di Windows genuine advantage notification

    Il genuine advantage notification, viene installato dal nostro sistema operativo come se fosse un aggiornamento. Quindi se ogni volta che ci arriva l’annuncio di un nuovo aggiornamento disponibile(lo scudetto giallo) noi accettiamo di installare automaticamente tutti gli aggiornamenti, verrà installato anche il genuine.

    Per evitarlo dobbiamo scegliere quali aggiornamenti installare , uno ad uno, evitando ovviamente di installare il genuine.

    Recentemente però ho notato che gli aggiornamenti vengono scaricati e installati automaticamente allo spegnimento o al riavvio del computer.

    Quindi installando adesso Windows xp su un computer, esso comincierà a scaricare tutti gli aggiornamenti disponibili automaticamente e a installarli. Genuine advantage verrà installato al riavvio. Niente paura, finchè tutte le volta che avviamo il computer noi annulleremo l’istallazione genuine non verra installato. Ma per scongiurare del tutto questo pericolo dobbiamo eliminare anche l’avvio della procedura d’installazione ogni volta che avviamo il computer.

    Fare questo è semplicissimo: Basta aprire la cartella C:windowssystem32 cercare la cartella che inizia per “KB” seguita poi da un numero, quindi ad esempio una cosa simile a questa C:windowssystem32kb905474.

    La cartella contiene diversi file il cui nome comincia con wga, bisogna eliminare questa cartella e tutti i file in essa compresi.

    Dopo averlo fatto , la finestra di installazione non comparirà più all’avvio del sistema.


  • Linux

    Ecco una serie di buoni motivi per cui vi consiglio di installare ed utilizzare Linux sul vostro computer.

    -E’ Gratis. La maggior parte delle distribuzioni di linux è scaricabile gratuitamente dal sito dello sviluppatore, comunque la distribuzione da me consigliata e la Ubuntu, la più facile da installare ed utilizzare. Scaricabile da questo sito.

    -Niente antivirus e niente virus.  La quasi totalità di virus che si diffondono nel mondo è sviluppata per replicarsi su sistemi operativi windows, proprio perchè è il sistema più utilizzato. Un qualsiasi virus sviluppato per linux avrebbe una diffusione talmente ridicola da portare quasi a zero la probabilità che il nostro computer venga contagiato.

    -Italiano. Le ultime versioni di Ubuntu sono tutte completamente tradotte in italiano.

    -Software. Tramite un apposito programma (“gestore dei pacchetti Synaptic”) è possibile installare una enorme quantità di programmi , tutti gratuiti. Per ogni programma utilizzato dall’utente medio in windows, esiste il corrispettivo programma per Ubuntu. MSN messenger, microsoft office, mozilla firefox, photoshop…  . I programmi specifici professionali invece non sono disponibili.

    -CD-live. Grazie alla funzione di CD-live, sarà possibile provare il sistema operativo senza installarlo. (Non doveter rimanere insodisfatti della lentezza di Ubuntu in modalità CD-live. Il sistema operativo quando verrà installato, sarà molto più veloce.)

    Per i neofiti consiglio, prima di installare Ubuntu in una partizione dedicata, di provarlo tramite installazione su macchina virtuale. Seguite i consigli riportati in questo articolo, utilizzando Ubuntu.

    Una volta installato vi permetterà di navigare in ogni tipo di sito, senza la minima possibilita di vedere contagiato il computer da un virus.


  • Modificare i menu contestuali di Windows

    I menu contestuali sono quelle liste di opzione che ci appaiono quando facciamo click con il tasto destro del mouse sull’icona di un file. A seconda del tipo di file su di cui facciamo click il menu contestuale cambia.

    E risaputo che la maggior parte dei programmi, quando vengono installati, aggiungono voci ai menù, che poi non verranno rimosse alla disinstallazione. Per non parlare di quei programmi che combinano disastri nei menu, compromettendo perfino il loro funzionamento.

    Per poter correggere questi problemi o modificare il menu come più ci piace possiamo usare un software chiamato ContexEdit che si puo scaricare qui

    il programma permette per ogni tipo di file, di scegliere quali comandi far comparire nel menu contestuale, con quale testo, e quale di questi impostare come comando di default (ovvero quello che si attiva quando facciamo doppio click con il tasto sinistro.)

    contexedit

    Nella parte Sinistra della finestra del programma troviamo l’elenco di tutte i tipo di file registrati dal computer, selezioniamo il tipo di file di cui vogliamo modificare il menu contestuale.

    Dopo aver selezionato il tipo di file possiamo aggiungere modificare rimuovere voci con i tasti nella parte sinistra (new , delete, edit) e possiamo impostare la voce selezionata come quella di default tramite il tasto default.

    Il campo menù text costituisce quello che si legge quando il menu viene aperto.


  • Computer con colori riposanti

    Vi è mai capitato di trovarvi a dover finire un lavoro importantissimo prima di una data scadenza dovendo stare svariate ore davanti al computer?

    In questi casi (ma anche non solo in questi) è buona norma fare in modo che i nostri occhi si affatichino il meno possibile.

    per fare questo la cosa migliore è cambiare i colori  del nostro ambiente di lavoro e la luminosita del nostro schermo.

    Una volta che avremo trovato i colori giusti li lasceremo invariati per sempre, mentre per quanto riguarda la luminosità dello schermo , dovremo cambiarla in base alla quantità di luce della stanza dove stiamo lavorando. Quindi dovremo cambiare la luminosità anche a seconda del momento del giorno nel quale ci troviamo, ma in questo caso il procedimento è velocissimo, si tratto solo di una regolazione da effettuare solamente sulle impostazioni del monitor.

    Per cambiare i colori del nostro ambiente di lavoro, clicchiamo con il tasto destro sul desktop, dopodichè su Proprietà, ci compare una finestra nella quale selezioniamo la scheda Aspetto e premiamo il bottone Avanzate.

    Nella finestra che ci si pone davanti adesso, dobbiamo selezionare la parte delle finestre di cui vogliamo modificare il colore e selezionare il nuovo colore. possiamo anche creare altri colori oltre a quelli che ci vengono proposti.

    Dopo aver compiuto tutte le modifiche, premiamo OK e poi Applica per vedere il risultato.

    Nel mio caso , ho reputato il coloro bianco di sfondo delle finestre, troppo chiaro e troppo acceso, e dato che il verde è un coloro molto riposante , l’ho cambiato con un grigio-verdastro che non da nessuna noia, e permette di leggere comunque bene il testo scritto in nero. Per completezza il colore che utilizzo io è cosi composto: rosso 180, verde 210, blu 175, colore 74, saturazione 67, luminosità 180.

    Provate a vedere se non è pià riposante del bianco predefinito.

    Potete anche provare a sperimentare nuove combinazioni di colori, queste sono quelle che a me hanno dato il miglior risultato, ma accetto comunque altri consigli.

    Per quanto riguarda la luminosità dello schermo,  questa va cambiate molto più spesso, l’occhio umano fatica in presenza di un monitor troppo luminoso in un ambiente buio, perchè fa molto contrasto. Allo stesso modo fatica quando la luminositò del monitor è troppo bassa e nella stanza c’è molta luce, perchè è molto difficile riuscirvi a leggere.

    Il mio consiglio, per trovare il giusto grado di illuminazione è questo:  appena seduti davanti al monitor( quindi dopo un po che non stiamo lavorando) regoliamo la luminosità del monitor al minimo indispensabile che ci server per riuscire a leggere senza faticare. Per fare questo possiamo sfruttare la pausa di 15 minuti (che ci viene concessa da una norma di legge ogni 2 ore) per disabituare il nostro occhio alla luce del monitor e quindi regolarlo nella maniera giusta appena finita la pausa.
    ——————-
    Leggi anche questo articolo


  • Virtual Box

    Virtual Box è un semplice programma per creare macchine virtuali sul nostro computer.
    Il software è scaricabile gratuitamente dal sito www.virtualbox.org. Nella sezione download occorre scaricare la versione giusta per il nostro sistema operativo(VirtualBox 2.2.4 for Windows hosts per Windows) .
    Spiegherò brevemente i semplici passi da effettuare per creare una nuova macchina virtuale.
    Durante l’installazione ci verrà chiesto se installare dei driver la cui compatibilità non è assicurata, possiamo installare questi driver senza nessun problema.
    Dopo aver installato il programma lo avviamo, e premiamo sul pulsante “nuova” in alto a sinistra per creare una nuova macchina.
    Premiamo avanti, e il programma ci chiede un nome da assegnare alla nuova macchina , mettete pure il nome che vi pare, non è importante. Nel riquadro “sistema operativo” dobbiamo scegliere quale sistema operativo andremo a installare nella nuova macchina, questo dobbiamo sceglierlo con attenzione. Premiamo avanti.
    Nel passo successimo dobbiamo scegliere quanta memoria ram del nostro computer (reale) destinare alla macchina virtuale, ed e sempre buona norma utilizzare la dimensione consigliata. Comunque tenete presente che tale quantita di memoria rimane disponibile a tutti gli altri programmi quando la macchina virtuale non è in funzione.
    Il passo successivo è la creazione di un disco virtuale, in pratica un file che contiene tutto quello che viene scritto nel disco fisso della macchina virtuale, scegliete pure la dimensione che vi piace di più, io vi consiglio un disco a espansione dinamica.
    Abbiamo finito con la crezione della macchina, quindi è come se avessimo un computer nuovo!!!
    In questo computer adesso dobbiamo installare il sistema operativo.
    Per installare il sistema operativo dobbiamo procurarci un cd di windows, e dato che stiamo operando su di una macchina virtuale io vi consiglio di installare una versione moddata di windows xp ad esempio Windows Ice XP ,troverete un modo per scaricarlo cercando su google, è molto conosciuto…
    Una volta che abbiamo Ice XP, o qualunque altra versione di Windows, per installarlo sulla macchina virtuale dobbiamo “montarlo”. Montarlo significa che dobbiamo simulare il fatto che questo sia inserito nel lettore CD della macchina virtuale. Abbiamo 2 possibilità:virtualcd
    Se abbiamo scaricato il CD sotto forma di immagine .ISO possiamo montarlo direttamente senza dover scrivere un cd con il nostro masterizzatore.
    Se abbiamo a disposizione il CD possiamo impostare la macchina virtuale in modo che “creda” che il lettore cd sia lo stesso del nostro computer
    Entrambe le 2 si ottengono tramite il pulsante impostazioni dalla finestra principale attivando la casella “monta lettore cd/dvd” nella sezione cd/dvd.
    Nel primo caso bisogna selezionare “file immagine iso”  e scegliere quale file vogliamo utilizzare , nel nostro caso è quello che abbiamo scaricato.
    Nel secondo caso dobbiamo selezionare “lettore cd dell’host” selezionare quale lettore usare nel caso ne avessimo piu di uno e inserire il disco in quel lettore.
    Dopo aver fatto questo avviamo la macchina virtuale e completiamo l’installazione del sistema operativo come se fosse un normale computer.
    Per precisazioni e domande rimango disponibile a chiunque attraverso i commenti a questo articolo.


  • Telefonate Gratis

    Si chiama VOIPSTUNT, è un servizio che permette di fare telefonate gratuite , a telefoni fissi in tutta italia e in diversi paesi nel mondo. L’ elenco di questi si trova su sito www.voipstunt.com sotto la dicitura “FREE CALLS”.

    Il sito da la possibilita di fare una telefonata di prova gratuita senza installare alcun software. Per fare questo basta scrivere il proprio numero di telefono (nel formato internazionale , con il +39 per l’italia) nella casella “your phone number” e il numero a cui effettuare la chiamata nella casella sottostante, poi basta cliccare su “make a call”.

    Appena cliccato comincierà a squillare il nostro telefono, dobbiamo alzare la cornetta. Nel momento in cui alziamo la cornetta, il telefono che vogliamo chiamare comincia a squillare e quando la persona dell’altra parte alza la cornetta, è tutto come una telefonata normale, la differenza è che è GRATIS!

    Le telefonate fatte cosi sono limitate, dopo un certo tempo la telefonata viene interrotta(circa 5 minuti) ma possiamo continuare a fare un altra chiamata di prova , senza nessun limite giornaliero.

    Per evitare l’interruzione delle chiamate è sufficente installare il software voipstunt , che funziona in modo molto simile a skype , ma è molto meno invasivo.

    Per usare il software è necessario registrarsi.Per le facilitazioni sulla registrazione vi rimando al mio articolo Posta elettronica usa e getta.


  • Batterie dei portatili

    Al momento dell’acquisto di un portatile è buona norma tenere presente, oltre al prezzo e ai componenti che lo costiuiscono,  se la batteria che lo alimenta si puo rimuovere oppure no senza usare il cacciavite.

    E sempre buona norma utilizzare il notebook senza batteria collegata quando si puo utilizzare l’alimentazione di rete.

    Quando la batteria è collegata al computer, si sta scaricando(anche a computer spento) oppure si sta ricaricando(quando è connesso anche l’alimentatore di rete), quindi  non è mai a riposo. Perfino quando la ricarica della batteria è finita, e abbiamo sempre l’alimentatore connesso, la batteria lentissimamente si scarica.

    Basta pensare che ogni volta che usiamo il computer, anche se connesso all’alimentazione di rete,  la batteria subisce degli stress. Per questo, visti anche i prezzi non poco bassi delle batterie, è conveniente montare la batteria al notebook solo ed esclusivamente nel momento del bisogno.

    In questo modo la batteria avrà un tempo di vita molto più lungo, e il computer avra più autonomia quando la batteria servirà veramente.

    Tuttavia, facendo in questo modo si corre il pericolo che in mancanza temporanea di corrente di rete, il computer si spenga, ma è ben poca cosa , tenendo conto della probabilità che questo succeda e dei vantaggi che se ne ricavano.


  • Posta elettronica “usa e getta”

    Siete stufi di dovervi registrare a siti utilizzando il mostro indirizzo di posta elettronica? Il qual sicuramente dopo la vostra registrazione verrra tempestato di  Spam e di pubblicità?

    Niente paura , ci viene incontro MAILINATOR

    Mailinator è un servizio di posta elettronica usa e getta. Questo significa che si puo avere a disposizione una mailbox per un breve periodo di tempo senza effettuare nessuna registrazione. Vi faccio un esempio:

    Voglio registrarmi a un sito , il quale mi richiede un indirizzo mail a cui sarà inviato un messaggio che devo poter leggere per dare conferma della mia registrazione.

    Vado sul sito www.mailinator.com e scrivo nella casella “chek your inbox” una sequenza di caratteri qualunque, per esempio , insersco la sequenza “123esmpio” e  clicco su go.

    Dopo aver fatto questo, il sito mi crea una mailbox che ha come indirizzo “123esempio@mailinator.com”

    Torno al  sito al quale volevo registrarmi , e mi registro utilizzando l’email appena creata.

    Adesso posso andare su mailinator, inserire lo stesso indirizzo nella stessa casella, e posso leggere il messaggio  che mi è stato mandato.

    Ricordatevi però che questa mail è accessibile senza password, quindi chiunque conosce l’indirizzo puo leggere i messaggi ricevuti.